27 novembre 2006

Linea telefonica, pubblicità inclusa

Stasera, appena arrivato a casa, noto che sul telefono lampeggia il led delle chiamate perse. Strano, penso: abbiamo fatto installare la linea fissa da pochissimo, e per ora il numero l'abbiamo dato solo ai nostri parenti più stretti. Non siamo registrati neanche su Pagine Bianche ancora, ho verificato poco fa.

Controllo il numero del chiamante: dal prefisso vedo che è di Roma, ma non mi sembra di conoscerlo. Provo a chiamarlo, e mi risponde la vocina di un'operatrice di un call center di Fastweb! Neanche il tempo di spiegare il motivo della mia telefonata che la tipa comincia a propinarmi la tiritera delle nuove offerte di Fastweb bla bla bla... Al che taglio corto dicendole che non sono interessato, e riattacco.

Ora, mi chiedo: come cavolo fanno ad avere il numero? E nella mia mente si insinua un sospetto... Non sarà che Telecom vende i nominativi dei nuovi abbonati ad altre aziende, che li acquistano per poi bombardarli di pubblicità? E se è così, a quante lo avrà dato? E soprattutto, è legale tutto ciò?

7 commenti:

Mavero ha detto...

Per quello che so io, se non esplicitamente dichiarato, per tacito accordo tu rendi pubblico il tuo numero ... domanda ... sull'elenco del telefono compari?
In caso contrario, cioè no, io approfondirei, la questione puzza ... di vendita sottobanco ;)

Sir Albert ha detto...

Sull'elenco ho scelto io di apparire, ma sicuramente non posso ancora esserci perchè la linea è stata installata da neanche una settimana (giovedì scorso, per la precisione)!

Anch'io sento puzza, infatti, solo che non credo sia facile scoprire come stanno le cose. Cmq proverò a indagare...

Pixel78 ha detto...

Mah se hai dato l'assenso a comparire negli elenchi mi sembra normale il tuo telefono sia già pubblico ( non sarà su quelle cartacee ma quello online hanno un'aggiornamento veloce) io ho evitato di apparire in ogni dove e devo dire che il telemarketing mi raggiunge moooolto meno (per niente per mesi quando mi sono trasferita adesso di rado che ormai vivo qui da quasi 2 anni)

Sir Albert ha detto...

Barbara, io di elenchi online conosco solo Pagine Bianche (che dovrebbe essere l'elenco ufficiale, se non sbaglio, ossia il corrispondente degli elenchi cartacei), e lì non compaio nè facendo una ricerca partendo dal numero, nè cercando per cognome, ho riprovato un attimo fa.

Che tu sappia, ne esistono altri?

Pixel78 ha detto...

Non saprei Alberto ma secondo me dal momento in cui hai accettato di rendere il tuo numero pubblico ( inserendolo negli elenchi) la Telecom magari lo può già inserire in qualche pre elenco a cui ha accesso fastweb non penso si tratti di vendere numeri

Alessandro ha detto...

Caro Sire,

A meno di non richiedere espressamente alla società che gestisce il proprio servizio telefonico (e può essere più di una in una situazione di libero mercato) un modulo prestampato da compilare per esprimere il proprio assenso o dissenso alla diffusione del proprio numero telefonico in formato cartaceo e elettronico, qualsiasi numero telefonico può essere messo a disposizione di terzi, in quanto pubblico fino ad espressa richiesta di rimozione dall'elenco.

La Telecom Italia, all'uopo, mette a disposizione un questionario da riempire e reinviare al seguente indirizzo: http://www.187.it/di/187/html/ITA/faq/Questionario-web_elenchi_rete_fissa_consumer.pdf

Il questionario può essere ricompilato e reinviato qualora si desideri modificare le opzioni originali di riservatezza dei propri dati.

Relativamente ai telemarketers, io, che ho chiesto la riservatezza totale dei dati a Telecom Italia due anni fa ma ho continuato a ricevere chiamate periodiche persino da "società incaricate da Telecom", ho un sistema che può secondo me essere utilizzato da tutti, a parte ignorare la chiamata (all'uopo un caller ID è veramente utile).

Dopo aver risposto cortesemente no all'offerta, qualsiasi essa sia, aggiungo "La prego anche di cancellare il mio nome e numero dal suo database o sarò costretto a denunciarvi al garante della privacy per violazione della riservatezza dei miei dati". Equivale a dire una formula magica: le telefonate dei telemarketers si sono ridotte dell'80% da un anno in qua, in quanto le società cui viene appaltato il servizio e che utilizzano elenchi anteriori all'introduzione del Codice Privacy del 2003 (alcuni anche vecchi di dieci anni) non desiderano correre rischi giudiziari e non possono perdere tempo a verificare se una persona ha chiesto o meno la riservatezza. Trovata la legge...(una volta tanto a vantaggio del consumatore).

Sir Albert ha detto...

Ciao Alessandro, e benvenuto da queste parti!

Telecom veramente nel questionario che invia ai nuovi abbonati distingue la possibilità di essere inclusi negli elenchi dalla scelta di permettere che società terze utilizzino il proprio numero per fini commerciali.

Io ho scelto appunto di apparire sull'elenco ma non di ricevere telefonate rompiballe, però a quanto pare non è servito a molto... Vorrà dire che la prossima volta che qualcuno chiama per vendermi qualcosa, metterò in pratica il tuo ottimo suggerimento! :)