23 gennaio 2006

Viator ululante

Ti sei alzato presto, troppo presto, e hai sonno, tanto sonno. In più c'è l'aggravante che è lunedì, e come se non bastasse fa un freddo della miseria. In queste condizioni essere un pò più insofferenti del solito credo che sia il minimo, specie poi se si incontrano persone che mettono a dura la tua pazienza.

Nello specifico, i miei due compagni di viaggio di stamattina. Ora, i passeggeri possono essere classificati in varie categorie. C'è una maggioranza tranquilla e silenziosa (anche perchè ancora avvolta dal torpore del sonno a cui è stata bruscamente strappata), categoria della quale faccio parte, e una minoranza inqueta: il passeggero chiacchierante, o viator loquente.

Può esserci di peggio del passeggero chiacchierante? Certo, c'è il passeggero chiacchierante e logorroico! Che a sua volta, in una ideale classifica degli spaccaballe è superato solo dal passeggero urlante, o viator ululante.

Stamattina poi, penso di aver raggiunto un record: ero seduto su uno strapuntino nello spazio antistante le porte, come faccio di solito quando la temperatura all'interno delle carrozze è a valori riscontrabili solo in paesi dal clima tropicale (cosa che avviene quasi sempre, in inverno). Il treno era appena partito quando si avvicinano e si siedono sugli altri strapuntini presenti due persone, un logorroico e un'urlante!

Ormai mi ero cristallizzato sul posto e non avevo la forza di alzarmi... Così per un pò ho cercato di far finta di niente e sopportare. Mi sono immerso nella lettura del giornale, ho chiuso gli occhi e ho cercato di rilassarmi, ho iniziato a lanciare una serie di maledizioni sperando che fossero colti entrambi da un'attacco di diarrea fulminante, ma niente...!

Ho aspettato ancora un pò, ma poi non ce l'ho fatta più: mi sono alzato e mi sono spostato un pò più avanti, fino a raggiungere un gruppo di esseri dormienti come me. :) Fino all'arrivo sono stato in piedi, ma al confronto con quello che era stato il viaggio fino a quel momento, mi sembrava di essere in paradiso!

Archiviato come: Personale Treno

3 commenti:

Barbara ha detto...

Scusa e il tipo che urla al cellulare? Un classico ... quando scende il treno tutto sa tutto dei cavoli suoi ;)

PS capisco il tuo malumore ma io spesso mi ritrovo ad ascolare le conversazioni alrui ... ridendo silenziosamente nella maggior parte dei casi !

Sir Albert ha detto...

Sì, capita anche a me a volte di ascoltare le persone che parlano al telefono (una è proprio di fronte a me in ufficio in questo momento! Ed è tra le più spassose da osservare quando telefona, perchè spesso s'infervora e comincia a straparlare...:)); solo che la mattina, sul treno, non sono proprio dell'umore giusto... :|

Barbara ha detto...

Si infatti dipende dal momento... io al mattino saluto MisterN e poi ho tutto il tempo per far colazione e svegliarmi con calma senno non ce la farei mai ad ingranare!