04 aprile 2006

Col camper sul fiume

Avevo già letto entusiastici racconti di viaggio a riguardo, ed ora un articolo pubblicato sull'ultimo numero del "Venerdì" di Repubblica mi ha fatto venire voglia di scriverne qui. Sto parlando delle houseboat: piccole imbarcazioni arredate ed attrezzate di ogni confort, dalla cucina ai divani che si trasformano in letto, dai servizi dotati di lavabo, wc e doccia al riscaldamento e all'acqua corrente fredda e calda. Insomma, delle vere e proprie case galleggianti che possono essere guidate senza patente e pur non avendo alcuna esperienza precedente.

Leggo dall'articolo del Venerdì: "Al momento del noleggio viene fatta una breve lezione e fornita una guida alla navigazione con una mappa dell'itinerario in cui sono indicati i punti dove ormeggiare e rifornirsi di acqua, le chiuse e le distanze tra le varie tappe. La velocità di crociera è di circa 8-10 chilometri orari e viene consigliato di navigare 4-5 ore al giorno coprendo una distanza di 30-40 chilometri.
L'house boat è adatta a tutti, anche alle famiglie con bambini e ai proprietari di animali (solitamente ospitati con un piccolo supplemento)."


I prezzi del noleggio non sono proprio bassi, a dire il vero, però dividendo la spesa tra due coppie (o due famiglie) si arriva a spendere una cifra abbastanza abbordabile.

Se vi siete incuriositi e volete di saperne di più potete cominciare col dare un'occhiata ai siti di cui riporto il link qui sotto. Magari vi viene voglia di organizzare la vostra vacanza estiva in questo modo "alternativo"! :)

Loft Studioviaggi
La Scatola Blu
Rendez Vous Fantasia
Houseboat Holidays Italia

7 commenti:

Mauro ha detto...

Ho letto la parolina magica: VACANZA!!!
Arggggggggg!!!! Alberto non tentarmi :)
Oggi sono fuso, sbiellato, devastato, psichicamente instabile, raffreddato, semi influenzato ... insomma ... giornata di pupu!!!
Bellissima idea, credo che mia moglie impazzirebbe ... è una ex velista ... certo, l'emozione non è paragonabile ... ma sempre di galleggiamento sull'acqua si parla!
P.S.: perchè non trovi un plugin per linkare i post su del.icio.us o technorati ... sarebbe utile per legarmeli nell'aggregatore o direttamente nel mio blog!!! Comunque, vista la corposità delle info proposte, mi annoto sulla mitica QuoVadis il tutto e lurko nel week-end ... se avrò tempo e forze a disposizione :)
Ciao!

Sir Albert ha detto...

Mi dispiace che non sia una buona giornata per te... Ok, prometto che fino al giorno della tua partenza non inserirò altri post di argomento... vacanzifero! ;)

L'idea del plugin mi è venuta già, solo che non ho ancora avuto tempo di cercare. In passato inserivo a mano su del.icio.us e poi modificavo i miei post per aggiungere in fondo i tag, però dopo un pò mi sono stufato... troppo laborioso!
Grazie cmq del suggerimento, appena posso proverò a fare qualche ricerca.

Mauro ha detto...

Figurati Alberto!
Ovviamente, i miei sono solo suggerimenti, non vorrei sembrarti il saputello rimpiscatole di turno!
Nel caso mi trattengo con i suggerimenti ok? :)
Per quanto riguarda la giornata ... ne ho viste di migliori ... decisamente!

Sir Albert ha detto...

No, anzi, consigli e suggerimenti sono sempre i benvenuti, da te come da chiunque altro ovviamente! :)

Barbara ha detto...

Preferisco il mare sinceramente ... quando ero più piccola con i miei abbiamo affittato insieme a loro amici una barca a vela (con equipaggio) e costeggiato Turchia un'anno e Grecia un'altro...magnifico anche se la scelta dei compagni di viaggio è la cosa più delicata ... la vacanza può trasformarsi in un'inferno!

Sir Albert ha detto...

Sicuramente Barbara! Come compagni di viaggio solo persone che si conoscono molto bene (e di cui si sanno abitudini, comportamenti, ecc.), come amici o familiari. E a maggior ragione per una vacanza su una barca dove gli spazi sono stretti e quindi la vicinanza con gli altri è costante!

Anonimo ha detto...

Se posso dare un consiglio sulle vacanze in house boat (i miei ne hanno fatta qualcuna) direi di andare in Francia. Là hanno una rete di canali invidiabile ed il turismo fluviale è molto sviluppato. Attenzione, però, alle chiuse che richiedono un minimo di occhio e di sensibilità nel pilotaggio (come capita sugli aerei è necessario anticipare i movimenti del mezzo). Però se come dicono i francesi, per pilotare una house boat basta la serietà da "padre di famiglia", non deve essere complicato... [Sky One]