26 maggio 2006

Aria in scatola

Pensavate che l'idea di vendere l'aria in scatola potesse venire solo a qualche personaggio dei fumetti o dei cartoni animati? Beh, vi sbagliavate!
Come potete leggere in questo articolo di Repubblica, una catena di negozi giapponesi, la 7-Eleven, ha commercializzato delle bombolette che contengono ossigeno al 95%, da inalare per respirare un pò di aria pura anche nelle metropoli dove la concentrazione di smog è molto alta.

Le bombolette vengono prodotte in due versioni, menta forte e pompelmo, e sono vendute al prezzo di 600 yen, equivalenti a circa 4 euro.

E se pensate che questa iniziativa sia destinata al fallimento, vi sbagliate ancora: leggo dall'articolo di cui sopra che "solamente nel primo giorno di commercializzazione sono state vendute oltre 3000 lattine"!

10 commenti:

krikketton ha detto...

avranno riciclato le lattine invendute nel 2000 che recitavano la scritta "aria del secolo scorso"

Sir Albert ha detto...

Hehe... può essere, krikketton! Inizialmente, prima di leggere l'articolo avevo pensato invece che avessero messo in vendita, che so, "aria di montagna" raccolta sulle vette di qualche catena montuosa, e "aria di mare" dall'odore salmastro, inscatolata sulle rive incontaminate di un'isoletta tropicale! :)

piccettina ha detto...

Come siamo ridotti, sono senza parole...respirare un pò d'aria scegliendo il gusto di pompelmo...
Poi a noi giovani affidano il compito di dover cambiare il mondo: ma come si fa a lottare contro i mulini a vento???

Barbara ha detto...

Bè guarda ne avevo sentito parlare tempo fa e pare che gli Oxygen Bar vadano alla grande !!

http://www.oxygenbar.co.uk/

http://www.o2bar.net/indexit.htm

Nancy ha detto...

Ma la 7-eleven non è quella catena di piccoli supermercati che vende solo schifezze??
Pensavo fosse inglese!!

Sir Albert ha detto...

Barbara, hai ragione, ne avevo sentito parlare anch'io, ma avevo capito che si respirasse l'ossigeno attraverso delle mascherine, un pò come si fa con le macchine per l'aerosol, e non che vendessero le bombolette con l'ossigeno.
In ogni caso concordo pienamente con Piccettina: mi sembra piuttosto triste comprare l'aria invece che andarsela a respirare in riva al mare, o in montagna (gratuitamente, tra l'altro!).

Nancy, mi sono sbagliato: le bombolette di cui parlavo sono state commercializzate dalla 7-Eleven Japan, ossia le filiali giapponesi (immagino) della catena 7-Eleven, che da quanto ho letto sul loro sito ufficiale è nata in America e ad oggi conta la bellezza di 27900 negozi sparsi in tutto il mondo!
Su questo sito potete leggere alcune curiosità che la riguardano. :)

Barbara ha detto...

Alberto triste quanto voi ma fortunato te se puoi andare in montagna o al mare tanto quanto vai a fare la spesa al super ;) Sicuramente non sono cose paragonabili c'è chi come me l'aria pulita la respira si è no due volte l'anno !

Sir Albert ha detto...

Bè, un weekend fuori città non mi sembra un lusso per pochi privilegiati... Sicuramente non me lo posso permettere tutte le settimane, ma ogni tanto sì.

PS: Barbara, dove vivi tu di aria pulita ce n'è quanta ne vuoi, oltre ad un panorama che tanti ti invidieranno (me compreso!). ;)

Barbara ha detto...

Aria pulita? Spero tu stia sherzando Alberto io sto a 15 minuti dal centro di Milano oltretutto in una zona per lo più industriale... non ti alsciare ingannare dal verde alberi e piante ci sono ma al di fuori del giardino di casa c'è ben altro

Sir Albert ha detto...

Ah, e io che pensavo che in quel piccolo paradiso in cui vivi fossi molto più distante dallo smog... L'apparenza inganna, decisamente!