16 febbraio 2006

Il tè: vero e falso

Sul supplemento "Salute" de "La Repubblica" della scorsa settimana c'era un interessante articolo dedicato al tè, in cui un medico, il prof. Fabio Fiorenzuoli (*), veniva interrogato sulla veridicità di 10 affermazioni riguardanti questa bevanda. Riporto qui di seguito le affermazioni e le sue risposte.

1) Il tè migliora la circolazione del sangue grazie agli antiossidanti presenti nelle foglie.
VERO: E' stata sperimentalmente dimostrata l'attività protettrice dei polifenoli nei confronti degli accumuli ateromatosi a livello arterioso. L'attività antiossidante sembra anche alla base della protezione nei confronti dell'Alzheimer.

2) Il tè è più eccitante del caffè.
FALSO: Il tè contiene una quantità di caffeina due-tre volte inferiore rispetto al caffè, per cui normalmente è molto ben tollerato.

3) Il tè, per la sua azione astringente, non è consigliabile a chi soffre di stipsi.
FALSO: Contiene sì tannini ad attività astringente, ma questi, e comunque ad alte dosi, possono essere di aiuto nei casi di diarrea, mentre non risulta che provochino stitichezza.

4) Il tè non è consigliabile a chi soffre di anemia.
VERO: Il problema tuttavia può nascere solo per l'assunzione di molte tazze al giorno, e per i soggetti affetti da anemia sideropenica, cioè da carenza di ferro.

5) Il tè stimola la diuresi.
VERO: Non è solo l'acqua della tisana responsabile dell'aumento della diuresi, bensì l'insieme delle metilxantine e dei polifenoli presenti nella pianta e quindi nella bevanda.

6) Il tè previene l'insorgenza della carie.
VERO: Sperimentalmente è stata dimostrata l'attività antibatterica del tè verde, proprio nei confronti dei batteri responsabili della carie. Sarebbe utilie inserire estratti di tè verde in specifici dentifrici, meglio se in associazione ad altre sostanze vegetali sinergiche.

7) Il tè previene la formazione di tumori.
VERO: In questo caso è stato dimostrato sperimentalmente che i polifenomi del tè, ed in particolare l'epigallocatechina gallato, riducono il rischio di diffusione metastatica del tumore, favoriscono l'apoptosi, cioè la morte cellulare programmata, e possono giocare un ruolo nel rallentare il processo di trasformazione cancerosa delle cellule.
Su questi temi così delicati si aspettano tuttavia ulteriori e specifici studi clinici controllati.

8) Il tè verde è più ricco di vitamine e polifenoli, e possiamo berne in grandi quantità, e durante tutto il giorno.
VERO/FALSO: Il tè verde consrva meglio di quello nero le proprietà antiossidanti dei polifenoli, ma non per questo possiamo abusarne. E quando si prescrive a scopo curativo si utilizzano estratti privi di caffeina e stardardizzati in polifenoli.

9) Il tè caldo favorisce la digestione.
VERO: Ma come del resto qualsiasi tisana calda.

10) Quando si ha l'influenza, nutrirsi di tè con fette biscottate contribuisce alla guarigione.
VERO: Nel caso di influenza è generalmente consigliato per l'organismo tenere un'alimentazione nutriente ma leggera, in modo da non impegnare il metabolismo. E colazione e merenda con tè e fette biscottate sono proprio indicate.

(*) responsabile dell'Unità Ospedaliera di Medicina Naturale (Scuola di Fitoterapia clinica) dell'Ospedale S. Giuseppe di Empoli

4 commenti:

Barbara ha detto...

Maddai non sapevo prevenisse pure la carie ! Peccato non mi faccia impazzire...

Sir Albert ha detto...

Guarda, anch'io la pensavo così prima di provare quelli aromatizzati. Non so se li hai già provati, ma ce ne sono talmente tanti, davvero per tutti i gusti. Magari prima o poi trovi il tipo che ti piace!

Nancy ha detto...

Sono una grande sostenitrice del tè e soprattutto della versione con le fette biscottate, ma non solo in caso di influenza..ma sempre!! :)

Sir Albert ha detto...

Anch'io Nancy! E dire, come dicevo a Barbara, che fino a non molto tempo fa non mi piaceva!