20 febbraio 2006

Umidità e stupidità

Ogni volta che piove assisto puntualmente ad un fenomeno sconcertante: ci sono tante persone (ma tante!) che al volante assumono dei comportamenti assurdi. Ad esempio vanno ad una velocità talmente bassa da creare lunghe file di auto (perchè dietro un cretino se ne accodano inevitabilmente degli altri), oppure alternano colpi di acceleratore a brusche frenate.

Questo poi è il tipo di guida che mi fa maggiormente inca%%are, perchè oltre che stupido è anche pericoloso in quanto può facilmente causare un tamponamento a catena.

Vi lascio immaginare quindi come fosse il mio umore stamattina, quando mi sono messo al volante: è lunedì, avevo un sonno boia ed era pure brutto tempo. >:(

4 commenti:

Barbara ha detto...

Mah non posso dire di essere una grande guidatrice quindi meglio non dica nulla se non che odio guidare nelle intemperie ma il peggio sono la neve il ghiaccio e la nebbia

Sir Albert ha detto...

Non me ne parlare! Nella mia finora scarsa esperienza, solo in due occasioni mi è capitato di guidare su una strada con dei tratti ghiacciati, e mi viene ancora adesso la pelle d'oca a ripensarci! Una strizza che non ti dico...

Nancy ha detto...

Odio guidare, con la pioggia ancora di più!!
E poi i milanesi perdono la testa con due gocce e la città si blocca!!

Sir Albert ha detto...

Nancy, ti posso garantire che i romani non sono migliori da questo punto di vista, anzi... E anche i miei concittadini, come scrivevo, non sono da meno.

Anche a me tra l'altro non piace guidare, ma purtroppo sono costretto a farlo, anche se per fortuna solo per brevi tratti.

Prenderei molto più volentieri l'autobus per andare alla stazione (perchè in questo periodo l'auto la uso unicamente per questo motivo), anche se la fermata più vicina si trova ad una decina di minuti da casa mia, se solo la frequenza delle corse fosse maggiore e non rischiassi di perdere il treno (o non fossi costretto ad arrivare alla stazione con enorme anticipo per non correre questo rischio).

Ah, tralasciando per un attimo l'aspetto economico, perchè l'abbonamento per i mezzi pubblici di Roma che comprende le zone sino a Latina non consente di prendere gli autobus di Latina, perchè il servizio è gestito da un'altra società. Quindi ai 590 euro di abbonamento annuale dovrei aggiungere il costo dei biglietti giornalieri per lo spostamento casa-stazione... e poi ti invitano ad utilizzare il servizio pubblico! >:-(